Le coppette mestruali: perché usarle e quali comprare

Coppette mestruali: quali acquistare e come si usano

È innegabile che la donna sia da sempre soggetta alla “dittatura” biologica del ciclo mestruale. Questo implacabile appuntamento mensile che visita ogni esponente del gentil sesso, è spesso accompagnato da disagi e fastidi anche piuttosto dolorosi. Ovviamente il ciclo mestruale non è una diabolica invenzione della natura, ma un vitale ingranaggio nella ruota dell’esistenza umana. Il ciclo però può facilmente trasformarsi in un piccolo nemico, specialmente fuori casa o durante tutte quelle attività giornaliere che richiedono continui movimenti. Gli assorbenti tradizionali, oltre ad essere una spesa costante, talvolta non risultano particolarmente efficaci. Possono infatti essere responsabili di arrossamenti, allergie o irritazioni. Anche gli assorbenti interni, pensati per regalare alle donne molta più libertà durante il ciclo, sono finiti spesso sotto la lente d’ingrandimento per alcune problematiche e inefficienze.

Forse allora è arrivato il momento di provare le coppette mestruali!

Coppette mestruali: come utilizzarle correttamente

Molte donne scelgono a priori di non provare la coppetta mestruale, perché spaventate dal loro utilizzo. In realtà la coppa mestruale non è impossibile da inserire! Ovviamente, ogni donna, avrà bisogno di un poco di pratica per maneggiarla e inserirla senza problemi. La coppetta mestruale, per essere utilizzata correttamente, deve essere piegata e quindi inserita nella vagina. Una volta entrata la coppa mestruale si aprirà da sola, andando così ad aderire perfettamente alle pareti interne. Per una maggiore aderenza è possibile ruotare delicatamente la coppetta per posizionarla perfettamente. Per rendere l’inserimento ancora più semplice, è possibile utilizzare dei lubrificanti. L’importante è optare per quelli a base d’acqua per evitare di creare eventuali danni al silicone che compone la struttura della coppa mestruale. La rimozione può avvenire in un range che varia dalle quattro alle dodici ore, ovviamente questo è influenzato dal flusso mestruale di ogni singola donna. Per rimuovere in modo corretto la coppa, basterà pizzicare la base, in questo modo la coppetta uscirà in modo naturale. È sconsigliato tirare solamente il gambo di cui è provvista la coppetta, per evitare di creare un effetto aspirante. Una volta rimossa, la coppetta mestruale può essere svuotata e sciacquata prima di essere inserita nuovamente. Al termine di ogni ciclo è importante sterilizzare la coppetta.

Piccola guida sull’acquisto delle coppette mestruali

La scelta della coppetta giusta è determinata da molti fattori variabili. Ogni donna ha infatti esigenze differenti e un struttura fisica propria, per questo motivo la scelta deve essere aderente alle singole e specifiche necessità. Per orientarsi nel mondo delle coppette è comunque consigliabile seguire alcune piccole linee guida. Per una donna alle prime esperienze con le coppette è meglio orientarsi su una coppa di media morbidezza e in grado di aprirsi con facilità. Le coppe morbide sono invece consigliate a tutte le donne particolarmente delicate o che hanno partorito. Si invece alle coppette lunghe per le donne che presentano un canale vaginale piuttosto lungo, in questo modo l’estrazione sarà meno difficoltosa. In ogni caso è bene assicurarsi, prima dell’acquisto, che le coppette siano certificate.