Moto GP: l’ordine d’arrivo al GP del Mugello

Il podio si tinge dei colori della bandiera italiana

Finalmente la Moto GP sorride ai piloti italiani e alla Ducati, che al Mugello piazza le sue moto in prima e terza posizione. Andrea Dovizioso si aggiudica il gran premio del Mugello e Danilo Petrucci fa sua la terza posizione, mentre sul secondo gradino del podio sale Maverick Vinales, enfant terrible in sella a Yamaha che per ampi tratti della gara ha comandato la corsa.

A fare la differenza è stata la voglia di vincere di Dovizioso e la forza di una Ducati che sui rettilinei del Mugello ha dimostrato di avere qualcosa in più rispetto alle dirette concorrenti.

Per la Ducati si trattava quasi dell’ultimo appello, considerati gli investimenti importanti che hanno caratterizzato la sosta e l’arrivo di Jorge Lorenzo, che avrebbe dovuto fare grande una scuderia che da troppo tempo non riesce a portare a casa risultati importanti. Per fortuna, questa volta la Rossa è riuscita a sfoderare una grande prestazione grazie alle gare perfette di Dovizioso e Petrucci, offuscata soltanto dalla classifica modesta del suo investimento più importante, quel Jorge Lorenzo apparso ancora una volta in difficoltà su una moto tanto potente quanto difficile da domare.

Buona parte dei tifosi accorsi al Mugello si aspettavano un altro italiano sul podio, l’eroe nazionale Valentino Rossi che a dispetto della seconda posizione ottenuta in qualifica ha concluso la gara con un quarto posto non particolarmente esaltante ma comunque positivo, soprattutto se si pensa che soli 6 giorni prima il pilota di Tavullia era rimasto vittima di un brutto incidente. I dolori hanno condizionato fortemente la gara del pesarese, soprattutto nei giri finali, quando Dovizioso ha lanciato l’allungo definitivo e ha sgranato ulteriormente le posizioni di testa.

La classifica piloti aggiornata della Moto GP

Malgrado il secondo posto del Mugello lo spagnolo Vinales resta saldamente al comando della classifica generale, seguito da Andrea Dovizioso che grazie al successo supera in graduatoria Valentino Rossi.

In quarta posizione resta Dani Pedrosa in sella alla sua Honda, mentre Marc Marquez scivola al quinto posto. Al momento Vinales e Dovizioso sono separati da 26 punti, mentre Rossi insegue lo spagnolo a 30 punti di distanza. Ancora tutto aperto, insomma, anche se il 22enne spagnolo della Yamaha sembra voler mantenere la vetta della classifica generale il più possibile, aiutato anche dalla bagarre che si è scatenata alle sue spalle, con tanti piloti racchiusi in pochi punti. In attesa di Lorenzo e Marquez, che hanno dominato le ultime stagioni ma apparsi in ombra in quest’avvio di stagione, Valentino Rossi sogna di far suo un mondiale di Moto GP che ha già vinto 9 volte, ma che vorrebbe aggiudicarsi ancora una volta prima di un eventuale ritiro dalle corse.

La dimostrazione di forza offerta dalle Ducati al Mugello, tuttavia, rende la Moto GP ancora più equilibrata e incerta e la arricchisce di nuovi protagonisti pronti ad inseguire il grande sogno e a riportare il titolo iridato in Italia. Il prossimo appuntamento con la Moto GP è fissato per l’11 giugno in Catalunya.