Ortopedia a Lecco: artroscopia ed artoprotesi

L’ortopedia a Lecco studia l’apparato locomotore, cioè ossa articolazioni, legamenti, tendini, muscoli e nervi. Differenti tipologie di patologie possono interessare le strutture di tale apparato ed oggi grazie a nuove tecniche di intervento è possibile avere la risoluzione di problemi anche di particolare rilevanza.

Artroscopia del ginocchio a Lecco

tecniche mininvasive in ortopedia a LeccoL’artroscopia del ginocchio è una tecnica innovativa di chirurgia mininvasiva che permette al chirurgo di operare attraverso una piccola incisione al ginocchio e l’uso di un artroscopio, cioè un attrezzo grande come una penna dotato di una lente ed una luce ottica. Questo sistema permette di illuminare ed ingrandire i tessuti ed, inoltre, essendo collegato ad una telecamera miniaturizzata, invia anche immagini ad un monitor permettendo alla équipe di avere la stessa visuale che si avrebbe con un intervento a cielo aperto. Questa tipologia di tecnica per il ginocchio può essere usata in caso di lesioni al menisco, lesioni al legamento crociato, danni a carico dei cuscinetti cartilaginei.

I vantaggi dell’uso dell’artroscopia del ginocchio sono in primo luogo una degenza ridotta ed un tempo di recupero post operatorio più veloce, inoltre, vi sono minori cicatrici.

Artoprotesi anca e ginocchio

In ortopedia a Lecco vi sono importanti novità anche per quanto riguarda gli interventi di artoprotesi all’anca e al ginocchio. Se in passato questi interventi richiedevano lunghi periodi di immobilità e in seguito riabilitazione, oggi non è più così. L’intervento di artoprotesi all’anca e al ginocchio risulta necessario quando un’artrosi degenerativa ha compromesso la funzionalità a causa del danneggiamento della cartilagine.

E’ possibile eseguire l’artoprotesi del ginocchio anche nel caso in cui vi sia stata una lesione o frattura traumatica delle capsule articolari o degenerazioni dovute a malattie reumatiche. Le protesi sono realizzate in ceramica o metallo. La fase riabilitativa inizia già il giorno successivo all’intervento con l’aiuto di un fisioterapista e se anche i completi movimenti sia nel caso di protesi all’anca sia nel caso di protesi al ginocchio si potranno avere solo dopo mesi, sarà possibile comunque recuperare fin dalle prime settimane parte dell’autonomia.

Ortopedia a Lecco e lesione del legamento crociato


E’ stato detto nell’introduzione che l’ortopedia non si occupa solo di ossa, ma anche di legamenti, a questo proposito un importante caso che può essere trattato in via farmacologica o quando necessario con intervento chirurgico è la lesione del legamento crociato anteriore o posteriore del ginocchio. Tale lesione ha origine prevalentemente traumatica ed è molto frequente soprattutto nei giovani, e meno giovani, che praticano sport ed in particolar modo calcio. I legamenti crociati del ginocchio hanno il compito di limitare il movimento di traslazione della tibia rispetto al femore ed assicurano in tal modo stabilità all’articolazione.

La rottura dei legamenti di solito è facilmente percettibile perché la persona sente proprio il crack del momento, inoltre, vi è dolore. Attualmente l’intervento viene eseguito in artroscopia, tecnica di cui abbiamo già parlato in precedenza. Durante l’intervento il legamento interessato viene ricostruito utilizzando un trapianto di tipo autologo, cioè con prelievo di materiale effettuato sullo stesso paziente utilizzando nella maggior parte dei casi una porzione del tendine rotuleo.