Outcast: dal fumetto alla televisione

Outcast è una serie televisiva di grande successo, una delle più attese di tutto il 2016. In onda negli Stati Uniti a partire dallo scorso Giugno, questa fiction è finalmente approdata anche in Italia: grazie al servizio offerto da Now Tv, la sua prima stagione sarà accessibile attraverso il sito di NowTv.

Sicuramente, il successo ottenuto negli Stati Uniti sarà replicato anche nel nostro Paese: l’aspettativa che questa serie tv è riuscita a suscitare presso pubblico e critica è stato talmente elevato da portare ad un suo pronto rinnovo per una seconda stagione.

Tutti odiano Kyle

Chiunque abbia seguito le prime puntate di ″Outcast″ in streaming è consapevole che Kyle Barnes è, senza paura di esagerare, la persona più sfortunata del pianeta: fin dalla sua più tenera infanzia, infatti, il nostro protagonista è stato preso di mira da orde di feroci e spietati demoni che, apparentemente, hanno come unica missione quella di rendere la sua vita un vero e proprio inferno in terra.

Le persone che il ragazzo ha amato sono, infatti, restate vittima di aggressive possessioni maligne, arrivando a ferire tanto se stesse quanto i loro familiari. Come se non bastasse, la continua violenza che Kyle ha dovuto sopportare non gli ha attirato le simpatie e l’affetto degli abitanti di Rome, la piccola cittadina della Virginia Occidentale in cui vive: nonostante l’appartenenza religiosa sia molto sentita dalla cittadinanza, in molti guardano a Kyle con grande sospetto.

Trovano inquietante, infatti, che il giovane attiri a sé oscure ed inspiegabili presenze. Inoltre, nel tentativo di difendere se stesso e le persone che ama dall’aggressività dei demoni, l’uomo ha spesso dovuto reagire con violenza: chi non è consapevole della vera natura dei suoi problemi crede che Kyle sia un disadattato, incapace di controllare la propria collera e le proprie pulsioni.

Un’infanzia da dimenticareoutcast-key-art_final

Seguendo Outcast streaming, sin dalla sua prima puntata è possibile comprendere come l’infanzia di Kyle non sia affatto stata il periodo spensierato che ogni essere umano dovrebbe considerare come un prezioso tesoro.

Il nostro protagonista per molto tempo non è stato al sicuro nemmeno tra le braccia di sua madre. In un primo momento il rapporto tra i due sembrava essere caratterizzato da affettuosità e tenerezze: i ricordi di Kyle ci mostrano un rapporto madre-figlio normale e rassicurante, fatto di giochi e di calore. Purtroppo, la situazione è destinata a cambiare in modo davvero repentino: la donna, improvvisamente, diventa ospite involontaria di un demone feroce e violento. Quello che Kyle è costretto a subire è davvero inimmaginabile: la donna cerca in tutti i modi di non arrendersi all’invasione di questa oscura creatura.

Il bambino deve vedere la propria madre contorcersi nel fango, distruggere qualsiasi cosa gli capiti a tiro, maltrattare con violenza il suo stesso corpo. Durante le crisi più violente, la donna arriva a chiudere suo figlio in un’angusta dispensa dove il bimbo passa lunghe ore, sperando di essere salvato.

Purtroppo nessuno interverrà mai per porre fine alle sue sofferenze: misteriosamente, un giorno il piccolo riesce a liberare la donna dal suo inquilino. Purtroppo la lotta è stata troppo feroce perché l’anima di Sarah, questo il nome della madre di Kyle, ne potesse uscire indenne. Da allora la donna giace catatonica nel letto di un ospedale.

La vita matrimoniale

Kyle, però, non si arrende alla sofferenza che la prima parte della sua vita gli ha riservato: è convinto che quello che ha dovuto sopportare sia stato soltanto un episodio isolato, uno sfortunato ″incidente″ passeggero.

Dopo diversi anni, finalmente, la vita sembra tornare a sorridergli: conosce la bella Megan e si innamora di lei. Tutto sembra perfetto: la donna dei suoi sogni accetta di sposarlo e i due mettono al mondo una dolcissima bambina. Dopo qualche anno di felicità, però, l’esistenza di Kyle torna a sprofondare nella disperazione più nera. Sorprende sua moglie mentre cerca di uccidere la piccola Amber: immediatamente riconosce negli occhi della sua amata lo stesso sguardo feroce e crudele che ha visto in sua madre durante la sua infanzia.

Non può accettare che sua figlia muoia: con violenza si scaglia contro Megan e, sempre grazie alle sue insondabili abilità, riesce a sconfiggere il demone che la tormenta. Ovviamente, al suo risveglio la donna non ricorda nulla di quanto accaduto: ritiene che Kyle abbia usato violenza a lei e alla piccola Amber. L’uomo viene condannato e diffidato dal prendere contatti con le donne della sua vita.

Il Reietto

Da allora Kyle vive da solo nella vecchia casa di famiglia, teatro degli orrori della sua infanzia. Rifiuta di avere contatti con la società, ormai convinto che chiunque lui ami diventi bersaglio delle forze del male. Qui lo trova il Reverendo Anderson, pastore della locale parrocchia ed esorcista per vocazione.

L’uomo è l’unica persona convinta che Kyle sia una vittima innocente del demonio: inoltre ritiene che il ragazzo sia una potente arma, in grado di avere la meglio su queste terribili creature. Per questo motivo lo coinvolge in un esorcismo particolarmente delicato: un bambino è stato posseduto dal maligno. Bisogna liberarlo quanto prima. Kyle, dopo qualche esitazione, accetta affinché il piccolo non debba subire ulteriori tormenti.

Ovviamente, riesce a portare a buon fine la missione. Molti, però, sono gli interrogativi che questa esperienza solleva: perché tutti i demoni sembrano conoscere la sua storia ed il suo nome? Per quale motivo il suo sangue e le sue lacrime riescono a distruggere queste nefaste creature? Per avere risposta sarà sufficiente seguire ″Outcast″ in streaming grazie al servizio offerto da Now Tv.