Cos’è la SEO (search engine optimization)?

Capita sempre più spesso, in questi ultimi anni, di ritrovare la parola SEO collegata alle strategie del marketing per il web e per la migliore usabilità da parte degli utenti. Ma di cosa si tratta, nello specifico? L’acronimo sta per “Search Engine Optimization e non è altro che un insieme di tecniche per ottimizzare un migliore posizionamento di un sito web sui motori di ricerca, perfezionandone sempre di più la rilevazione. Si differenzia dalla SEM – (“Search Engine Marketing“) in quanto quest’ultima è una vera e propria branca del web marketing (che comprende anche la SEO) e che consente di acquisire traffico nei motori di ricerca attraverso tantissime altre tecniche (es. newsletter, Pay Per Click – PPC, Facebook advertising ecc ).

I PRINCIPALI OBIETTIVI

Il principale obiettivo ricercato dalla SEO è dunque quello di far emergere un sito web, renderlo visibile e consultato da un sempre maggior numero di utenti. Per fare questo si interviene innanzitutto sulla struttura di un sito e degli URL (uniform resource locator) verificando quanto siano accessibili le informazioni in essi contenute. Un URL, ad esempio, non dovrebbe mai essere vago ma, al contrario, dovrebbe contenere quante più informazioni utili a chi cerca un certo prodotto (in questo caso parliamo di URL SEO friendly).

In seguito si lavora sugli spider o crawler (software che consentono un monitoraggio accurato della navigazione, analizzando i contenuti di una rete), sull’ottimizzazione dei link e, non ultime per importanza, sulla pregnanza delle immagini presenti. Un sito web ben ottimizzato può garantire perciò buoni guadagni, soprattutto in caso di e-commerce.

SU COSA INTERVIENE

Un bravo Seo (Search engine optimizer) cioè un esperto della SEO (un SEO Specialist), può intervenire in tutti gli aspetti di un sito web per renderlo appetibile: dal codice html (hyper text markup language) ai contenuti delle pagine (in tal caso lo stesso copywriter può essere un esperto Seo), fino alla struttura dell’ipertesto.

Da una prima fase di osservazione e valutazione si passa alle modifiche, individuando delle “Keywords”, parole chiave che dovranno essere ripetute un certo numero di volte per “portare su” il sito all’interno dei motori di ricerca. Alla fine delle modifiche si procede con l’indicizzazione e il monitoraggio dei risultati.

Ovviamente non si può spiegare in un articolo o in poco spazio l’importanza di questa nuova professione, che ha bisogno di tempo se vuol essere svolta correttamente.

Possiamo però paragonare la SEO a una sorta di “richiamo delle sirene” per i naviganti, in quanto attira verso un determinato sito dopo aver studiato a fondo le varie tecniche per rendere “irresistibile” un certo tipo di contenuto e solo quello!